Hogyan befolyásolja az életmód a társadalmi élet

0
804
Hogyan befolyásolja az életmód a társadalmi élet

Prendiamo due persone abbastanza timide e con scarse esperienze sociali. Uno dei due abita in estrema periferia e lavora 60 ore settimanali, la maggior parte delle quali chiuso da solo in ufficio. L’altro abita in centro e fa un lavoro più tranquillo in mezzo a un sacco di colleghi divertenti. Non è difficile immaginare chi dei due riuscirà a costruirsi più facilmente una vita sociale.

Lo stile di vita ha un impatto rilevante dal momento che tantissime persone con problemi sociali hanno abitudini che li portano a stare spesso in casa e a isolarsi agli altri. Quando non sei particolarmente portato a socializzare, ti bastano veramente pochi ostacoli creati dall’ambiente in cui vivi, per rinunciare a tantissime opportunità perché le ritieni al di là dei tuoi limiti.

Se non hai ancora superato la timidezza e altre difficoltà sociali, allora uno stile di vita sbagliato può definitivamente compromettere la tua vita sociale. D’altro canto potresti già stare vivendo nelle migliori condizioni sociali possibili, ma passare comunque le tue giornate per conto tuo isolato dagli altri.

Ecco alcuni fattori del tuo stile di vita che possono influenzare la tua vita sociale:

Ecco alcuni fattori del tuo stile di vita che possono influenzare la tua vita sociale:Chi vive in centro, vicino a posti interessanti e pieni di gente, si trova in un posto migliore rispetto a chi abita sperduto in mezzo al nulla. È molto più facile trovare un buon motivo per uscire quando la tua meta si trova a meno di 15 minuti a piedi da casa tua. Inoltre le altre persone tenderanno ad accettare molto più volentieri un tuo invito a casa tua se è facile da raggiungere.

Se vivi in un quartiere malfamato della tua città, la gente sarà più restia a farti visita. Probabilmente dovrai anche considerare fattori a cui non avresti pensato se vivessi in un altro quartiere. Per esempio, se alcuni amici ti fanno visita, potresti doverti preoccupare di come possono tornare a casa dal momento che potrebbe essere pericoloso farli andare da soli a prendere un autobus.

Vivere con i genitori può limitare la tua vita sociale. Non puoi invitare persone a casa così facilmente o avere le stesse libertà che avresti se vivessi per conto tuo. Ci sono però alcuni vantaggi. Vivere coi tuoi ti permette di risparmiare denaro che puoi spendere per migliorare la tua vita sociale.

Vivere per conto tuo/con dei coinquilini

Vivere per conto tuo/con dei coinquiliniLa lista dei pro e dei contro di vivere con dei coinquilini è lunghissima. Anche in un’ottica esclusivamente sociale ci sono buoni motivi per preferire l’una o l’altra soluzione. Se sei una persona che ha bisogno dei propri spazi personali e un sacco di tempo per sé stesso, avere persone che ti ronzano intorno costantemente non è proprio il massimo. D’altro canto, se riesci a trovare dei coinquilini con cui vai d’accordo, hai molte più occasioni per stare in mezzo alla gente e migliorare le tue abilità interpersonali.

Questo aspetto non è detto che abbia un impatto considerevole sulla tua vita sociale. Capita a volte che alcune persone tendano a trascurare gli amici quando vanno a convivere con il proprio partner perché quella persona soddisfa la maggior parte dei propri bisogni sociali. Anche se ti rendi conto che dovresti avere altre cose da fare in vita tua, non sei motivato al 100% ad ottenerle. Questo potrebbe non essere un problema per un po’, ma capita di svegliarsi un giorno e rendersi conto di non avere più nessun amico e nessun hobby perché hai passato ogni singolo secondo libero con il tuo partner, trascurando tutto il resto.

È sicuramente un vantaggio abitare in una casa in cui la gente si può divertire. È facile che le persone ti vengano a trovare volentieri se puoi dire loro “Ehi venite da me a vedere un film sulla mia TV gigante mentre facciamo un barbecue in giardino.”

Il numero di potenziali amici sul luogo di lavoro

Il numero di potenziali amici sul luogo di lavoroCi sono anche altri modi per trovare nuovi amici, ma di certo non fa male se il posto dove lavori è pieno di gente simpatica. Inoltre avere molti colleghi con cui chiacchierare ti fornisce una fantastica opportunità di migliorare le tue abilità sociali.

Quanto lavori e a quali orari? Chi lavora dalle 9 alle 17 per quattro giorni la settimana, avrà sicuramente più tempo libero di chi lavora dieci ore tutti i giorni o che fa il turno di notte (o entrambi). Un turnista di fabbrica che deve lavorare di notte e nel week-end avrà una vita sociale molto diversa rispetto a chi ha un orario lavorativo più normale.

Molte persone fanno lavori che li portano ad essere mentalmente esausti a fine giornata. In questo genere di situazioni si può reagire in due modi: il primo consiste nell’avere meno energie per uscire con gli amici. Questo genere di persone preferiscono passare serate intere a vegetare davanti alla TV una volta tornati a casa. L’altro tipo di reazione consiste nel sentirsi carichi per il fatto di aver terminato l’orario lavorativo e voler assolutamente uscire a sfogarsi.

Alcuni lavori trasformano le persone sul lungo periodo, rendendole aggressive e competitive oppure maniache del controllo. Questo genere di comportamento potrebbe avere senso sul luogo di lavoro, ma è totalmente fuori luogo nella vita di tutti i giorni. Potresti renderti conto che ciò sta accadendo e stroncare questo comportamento sul nascere, ma dopo un po’ la tua personalità potrebbe tendere a cambiare più di quanto ti aspetti.

Se devi affrontare un lungo e faticoso viaggio per arrivare al lavoro e per tornare a casa, tenderai anche sentirti molto più stanco quando arriva il momento di uscire alla sera.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here